per vincere il tempo e gli imbrogli

Questa pietra, nella chiesa di Procida, dice che anche secoli fa si pensava che 

“fidarsi é bene ma non fidarsi é meglio”

e anche che “scripta manent verba volant” insomma lo scritto resta e le parole no.
Siccome siamo nel 1700 ci si impiega un sacco di giri di parole per dire in fondo una cosa importante, ma semplice.
“Dopo lungo litigio per quarant’anni tra i padroni dei bastimenti procidani ” e gli esattori
…. si é convenuto…. se mai saltasse fuori alcuna pretensione del fisco…. dovesse restar sempre certo e fermo che gli bastimenti procidani né siono stati ne’ dover essere mai tenuti a simil pagamento.”
e per stare ancora più tranquilli:                               

                                                                                

nella pietra a procida 2.jpg

                                     “acciò queste solenni convenzioni
dal tempo, edace (divoratore),
non fossero guaste e consunte
col presente marmo
vedutamente commettono e consacrono”

Nel 1779 e ancora i patti sono lì chiari, salvati dal logorio del tempo.

per vincere il tempo e gli imbrogliultima modifica: 2012-01-05T11:00:00+01:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *