davanti alle rovine…

Me lo hanno chiesto più di una volta “che cosa ci trovi in queste rovine? In fondo sono solo pietre, sassi…”. La mia risposta è stata sempre piuttosto elusiva e sbrigativa: non mi va di esporre davanti a occhi così grossolani le emozioni e i sentimenti che quei sassi, quelle pietre, quelle rovine mi suscitano. Non servirebbe e sarebbe uno spreco.

Rovine e

Poi ho incontrato il libriccino di Marc Augé “Rovine e macerie” di Bollati Boringhieri. Non parto mai senza così che è diventato un po’ liso, sbertucciato tanto che preoccupata per la sua futura tenuta me ne sono comprata un’altra copia che però resta intonsa: quello vecchio è pieno delle mie sottolineature e dunque mi ci oriento meglio…

Del senso delle rovine dice tanto, in tanti modi diversi e dà delle spiegazioni anche su come e da cosa nasce il fascino che esercitano…

“Le rovine hanno sempre qualcosa di naturale. Come il cielo stellato sono una quintessenza del paesaggio: quello che offrono allo sguardo è infatti lo spettacolo del tempo nelle sue diverse profondità. ”

“La rovina è il tempo che sfugge alla storia”

triste Venezia
turisti ammirati davanti allo sfacelo di Venezia, forse trenta anni fa…

Il libriccino me lo porto dietro nei viaggi, lo apro a caso, mi dà sempre qualcosa di interessante su cui riflettere.

Una cosa che Augé non dice è la malinconia che mi suscita assistere alla dissoluzione ineluttabile di certe testimonianze del passato che svaniscono assieme a tutta la storia e le storie che rappresentano e di cui sono memoria. Tutto ben riassunto da questo edificio che si trova lungo una strada interna dell’Appennino.

Dubios1
l’edificio con la lapide di Dubios, qualche anno fa
DSCN6009
l’edificio con la lapide di Dubios adesso, dopo il terremoto del centro Italia

Qui qualcuno aveva posto una bella lapide per ricordare Dubios, la città romana che si trovava lì e di cui non resta traccia. La casa su cui sorge era da tempo abbandonata e cominciava a disfarsi; con il terremoto il muro su cui si trova, che già aveva cominciato a rovinare, è quasi del tutto crollato.

L’oblio decisamente si accanisce su Dubios e anche sul suo ricordo e ogni volta che passo di lì mi intristisco.

Schermata 2017-09-03 alle 14.27.53

 

davanti alle rovine…ultima modifica: 2017-09-03T15:00:27+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*