va dove ti porta lo zen…

Quella volta ci ha portato a Prossedi…

Noi diciamo spesso che è lo zen che ci porta là dove andiamo… ne abbiamo avute molte prove anche se, fino a qualche anno fa,  avremmo detto che a guidarci  era il caso, la sorte, la fortuna o la sfiga….
Adesso è lo zen, un sacco più fascinoso.
Insomma stavamo viaggiando come al solito a caso nel basso Lazio, in una assurda ma molto piacevole vacanza in Febbraio
Stavamo girovagando, era quasi sera (che a febbraio è presto) e siamo passati di qui, davanti a questa magnificenza.

DSCN0808 copia
In una strada praticamente deserta ecco emergere una fontana monumentale,  chiaramente barocca, piena di sussiego: pietre elegantemente scolpite, riccioli, prolissa targa in latinorum e… gregge che dopo essersi dissetato saliva sul dirupo dietro la fontana, guidato dal pastore… insomma Ciociaria

DSCN0811-1 (trascinato)
Per un sacco di tempo è rimasta un ricordo e una foto molto evocativa poi grazie (sempre grazie ai potenti mezzi del web) l’ho ritrovata: la chiamano la fontana dei papi anche se in effetti fu eretta per onorare un solo papa, Benedetto XIII  che da queste parti venne in visita nel 1727… Siamo  sulla strada per Prossedi (LT)
“Le cronache del tempo ricordano che alle ore 9:00 del 23 maggio 1727 il gruppo di 92 calessi che accompagnava il pontefice partì da Frosinone percorrendo una strada che nel tratto iniziale era sconnessa e impervia. Il tragitto non fu facile, ma arrivati ai confini di Prossedi, la strada era stata resa più agevole e percorribile dal marchese de Carolis.”

HPIM6371_bIl marchese De Carolis, signore di queste contrade, aveva fatto allestire questo monumento  per omaggiare il potente in visita, ma per fortuna -almeno questa volta – a beneficiarne fu il popolo , le pecore e i pastori e soprattutto le donne a cui alleviò per secoli la fatica del trasportare l’acqua da ancora più lontano.

fonte_PROSSEDI

In mezzo ad un paesaggio montano appartato, intatto nella sua semplicità, un paesaggio che parla di una società povera, primitiva, rustica questo sfoggio di ricchezza e di eleganza barocca sembra stonare davvero. Lo salva l’essere non in mezzo ad una piazza a fare da scenario, ma lungo una strada che ancora oggi è percorsa dalle greggi, dai viandanti e anche… dai perditempo come noi che colpiti dalla visione inaspettata ci siamo fermati a contemplarla…

DSCN0809

 

 

 

 

 

va dove ti porta lo zen…ultima modifica: 2015-07-24T16:35:23+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *