esagerazioni

Batalha, Portogallo.

 2706369.jpg

Un portale appena un po’ fuori misura alto come un palazzo di quattro piani…

e poi la follia deve essersi impadronita dell’architetto che si è lasciato andare alla smania di decorare, arabescare, ornare, scolpire, torcere, intagliare, guarnire, istoriare, aggiungere, aggiungere, aggiungere…

bru4 2.jpeg

 

Non é rimasto nemmeno un centimetro di pietra liscia, persino nella scanalatura della colonna l’autore ha fatto incamminare delle chiocciole…

bru3.jpeg

La cappella era destinata ad essere il mausoleo della famiglia reale che è ricordata dal motto Leauté faray tam yaserei (sarò sempre leale). Questo motto è ripetuto più di duecento volte in caratteri gotici nei medaglioni  sugli archi, sulle volte e sui pilastri delle cappelle.

Tutto parla di potere, trionfo e gloria. Poi si alzano gli occhi e si scopre che siamo nella cappella incompiuta, che tutto questo trionfo si interrompe prima della volta e che su si vede il cielo.

Il re era morto, la famiglia reale era cambiata, tutta questa gloria era finita. Ecco il messaggio.

A dire la verità forse non saremmo riusciti a sopportare anche una cupola così carica di ornamenti e invece abbiamo il cielo, il sole, le nuvole: bellezza senza pari, ma senza ornamenti.

 

 

 
esagerazioniultima modifica: 2013-05-02T22:10:00+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*