meglio l’amore della guerra

la fonte.jpeg

Il valico che da Gualdo si affaccia sul Piano Piccolo di Castelluccio di Norcia: una sorgente di acqua sempre freschissima e una stele dedicata alla montagna e ai suoi pastori… poi due piccole targhe che raccontano di questo luogo e della sua storia e di un episodio storico che, nel 1522 ha cambiato il destino e persino il nome di questo luogo. Per la gente di qui non è un momento storico ma qualcosa di ancora abbastanza vivo tanto da festeggiarlo ogni anno con un pellegrinaggio qui, con la scusa di ringraziare la  Madonna della Cona. La prima targa dice:

 Giorro Gualdese da bisogno mosso
di Cànetra nel bosco piglia un legno
di Norcia il guardian gli corre addosso
ma il bravo Giorro lo fa stare a segno
ogni norcin da questo fatto scosso
d’armarsi contro Visso fa disegno
Norcia che ha più forze vincer crede
ma vince Visso che nei Santi ha fede

e la seconda spiega in modo un po’ diverso come vinsero i Vissani

1^ domenica di Luglio
a ricordo
della battaglia del 1522
i norcini attratti
dalle pulzelle Vissane
all’uopo inviate
preferirono queste
alla battagli e persero il
“Pian Perduto”
ciò che non poté agli eserciti poté l’amore

 

targa vissoCopier.jpeg

targa2.jpeg

 

 

 

 

 

 

A dire il vero Visso a Est e Norcia a ovest si contendevano questa immensa piana erbosa e le sue sorgenti di acqua che erano importantissime per l’allevamento delle pecore che all’epoca erano fondamentali per l’economia, un po’ come il petrolio oggi. Insomma interessi economici forti in ballo, ma raccontata così é più fascinosa. 

La battaglia cambiò il nome del Piano Piccolo in Piano Perduto (perduto da Norcia e diventato di Visso) e così ancora adesso sulla strada che scende dal valico verso Castelluccio passa il confine fra le Marche e l’Umbria..

In ogni caso un fascino in più per un luogo fatato la cui magia é conosciuta fin dal medio evo infatti qui viveva la Sibilla.

meglio l’amore della guerraultima modifica: 2012-11-29T10:04:00+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *